Laura Bassi ospite al Bearzi

 www.bearzi.it
Sabato 11 febbraio sarà nostra ospite Laura Bassi, la ragazza che nel 2014 rimase vittima di un incidente stradale a Gemona, dove il fidanzato Marco Monaro perse la vita. Laura ora è in carrozzella, con una gamba amputata, ma non per questo ha rinunciato alla voglia di vivere e rimettersi in gioco ogni giorno. Al Bearzi parlerà ai ragazzi delle superiori di sicurezza stradale e dell'importanza del dono del sangue, fondamentale per salvare le vite di chi rimane coinvolto negli incidenti. Appuntamento organizzato con I Rotary Club di Udine , Udine Nord, Udine Patriarcato, Gemona-Friuli Collinare ed il Rotaract Udine Nord-Gemona.

Convegno diocesano dei catechisti

 www.bearzi.it
Domenica 19 febbraio l'istituto "Bearzi" ospiterà il Convegno diocesano dei catechisti. Saranno presenti anche l'arcivescovo mons. Andrea Bruno Mazzocato e Suor Veronica Amata Donatello, appartenente alla Congregazione delle Suore Francescane Alcantarine, nonchè responsabile del settore per la Catechesi delle persone disabili dell'Ufficio
Catechistico nazionale della CEI. <Scarica il programma>

Convocazioni "Memorial Cernich"

 www.bearzi.it
Ecco i nomi dei ragazzi convocati dal prof. Alberto Andriola per partecipare al "Memorial Cernich" di pallacanestro. Gli incontri verranno disputati nelle mattine di martedì 14 febbraio, mercoledì 22 febbraio e martedì 7 marzo. Inoltre, martedì 7 febbraio i giocatori svolgeranno un allenamento collettivo dalle 10 alle 11.10. Si raccomanda, dunque, agli insegnanti, di tenere in considerazione tali date per non creare sovrapposizioni con altre attività. 
<La squadra

"Giornalisti in erba", diventare reporter giocando

Le migliori abitudini sono quelle apprese da piccoli. Lavarsi le mani prima di sedere a tavola, restare seduti composti, rispondere sempre con un grazie: tutti mattoncini posizionati con la malta del domani. E se anche il mestiere del giornalista fosse praticato fin da piccini? Così arriva alla sua terza edizione lo workshop “Giornalisti in erba”, il laboratorio organizzato dall’Istituto salesiano “G.Bearzi” di Udine in collaborazione con la redazione Scuola del Messaggero Veneto e rivolto ai ragazzi di quarta e quinta elementare e a quelli di prima media. Il giorno fissato è sabato 28 gennaio, l’orario dalle 15 alle 17:30, le attività una combinazione perfetta di dimensione ludica e giornalismo.
I giovanissimi redattori saranno infatti accompagnati nel mondo dell’informazione attraverso giochi pratici e divertenti esercitazioni, il tutto sotto il competente occhio dei membri della redazione Scuola affiancati da studenti ed ex allievi della scuola udinese. Un pomeriggio tutto dedicato alle pagine di giornale e agli articoli, tra trucchi del mestiere e curiosità davvero uniche: un’immersione totale, penna alla mano. Il workshop sarà un vero e proprio percorso diviso in tappe e ogni gruppo di giornalisti in erba avrà l’occasione di scoprire qualcosa in più in un mare immenso ma al tempo stesso ricco di spunti.
“Da ormai sette anni nella scuola opera un piccolo gruppo redazionale in grado ogni anno di crescere e rinnovarsi nell’interesse come nelle competenze. È proprio qui che è nata l’idea di aprire le porte della redazione anche agli esterni, fornendo l’occasione di apprezzare una bellissima attività attraverso il linguaggio del gioco, con la speranza tutto ciò possa poi diventare utile anche per il percorso scolastico e personale”: così Chiara Bertato, professoressa di italiano responsabile del progetto. E con il passare degli anni il laboratorio stesso ha dovuto affrontare e adattarsi ai mutamenti della professione: non ci sarà quindi solo la possibilità di conoscere e cimentarsi tra i grandi classici della carta stampata, ma faranno da protagonisti anche i nuovi mezzi di comunicazione, tra tecnologia e social network.
Insomma un’occasione da non perdere per aprire le pagine del dizionario 2.0 alla voce giornalismo, a maggior ragione quando a essere coinvolti saranno proprio i lettori e, forse, scrittori del futuro. Per partecipare allo workshop, gratuito, è necessario prenotarsi inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre la serata di venerdì 27 gennaio.

<Scarica la brochure>