• Aerea 
  • Aerea 
  • Aerea 
  • Aerea 
  • Aerea 

Segreteria

La segreteria è aperta con il seguente orario:
Lunedì 8.00-11.00;
Martedì 8.00-8.30 16.00-18.30
Mercoledì 8.00-8.30 12.00-14.30
Giovedì 8.00-8.30 16.00-18.30
Venerdì 8.00-11.00

Tel. 0432/493971
Fax. 0432/493972
Email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi siamo

Presentazione


Il CFP CNOS-FAP Bearzi opera nel territorio con le specializzazioni di Elettrotecnica, Meccanica e Informatica.

Nel corso degli anni si è via via rinnovato per rispondere in modo sempre vivo e adeguato alle nuove esigenze della persona, del cittadino e del lavoratore.

L’analisi del territorio e la rilevazione dei bisogni formativi, effettuata su docenti, studenti e genitori, hanno confermato che il CFP Bearzi è il punto di incontro, per le funzioni che gli com­petono, tra le aspettative dell’utenza e la realtà socio-economica al cui interno si colloca.

In un mondo del lavoro che esige sempre più solida formazione di base, competenze speci­fiche avanzate e duttilità, il CFP Bearzi intende rispondere alle legittime attese degli studenti e delle famiglie, utilizzando tutte le possibilità.

Per le fotografie del CFP Bearzi visita la Galleria fotografica

Premessa


In continuità con la tradizione educativa e pedagogica consolidata in oltre un secolo di presenza nel mondo del lavoro, i Salesiani che operano in Italia vanno incontro ai bisogni formativi di giovani e di adulti, soprattutto dei ceti popolari, con iniziative nell'ambito dell'istruzione scolastica e professionale, dell'orientamento, dell'aggiornamento culturale, dello sport, dei mezzi di comunicazione sociale, dell'animazione socioculturale, del tempo libero, del turismo giovanile e sociale, oltre che nell'ambito della formazione religiosa propriamente detta.Il Centro di Formazione Professionale Bearzi di Udine, sorge all'interno dell'Istituto Salesiano "Bearzi" come emanazione organizzativa e traduzione operativa dell'impegno dei Salesiani nel campo della Formazione Professionale, è espressione sul territorio della Regione Friuli Venezia Giulia dell'attenzione dei Salesiani per i giovani e per il mondo del lavoro. Il Centro di Formazione Professionale è federato in ambito italiano con la Federazione CNOS-FAP nazionale, Ente di promozione, di consulenza e di coordinamento delle iniziative formative dei CFP e di altre istituzioni salesiane nel campo della Formazione Professionale.Fin dalle origini l'Istituto Bearzi si è distinto per la sua attività nel settore professionale. È stata una scelta coraggiosa a favore dei giovani più bisognosi voluta da Mons. Guglielmo Biasutti e continuata poi dai salesiani a cui volle consegnare l'opera appena iniziata. Da allora, e sono oltre 60 anni, il "Bearzi" ha avviato al mondo del lavoro migliaia di giovani rispondendo alle richieste delle aziende di questo nostro Friuli.Negli anni il CFP CNOS-FAP Bearzi è cambiato, migliorato, aggiornato venendo incontro alle esigenze e ai cambiamenti del momento. In questo modo il Bearzi ha meritato e ottenuto credibilità, stima e simpatia. Vuole continuare a meritarle anche per il futuro con l'impegno e il lavoro di tutte le sue componenti: salesiani, formatori laici, allievi e genitori.

Finalità


Queste considerazioni introducono alla scelta politica e strategica del CFP CNOS-FAP Bearzi. Avendo presenti le evoluzioni e gli orientamenti attuali nell’ambito della formazione sia a livello nazionale che europeo, sono stati individuati alcuni settori di intervento, condividendo le questioni relative alla crescita della competitività del sistema educativo-formativo ben espressi in alcuni documenti quali:

  • Libro bianco di Delors (Crescita, competitività, occupazione);

  • Libro bianco di Cresson (Insegnare e apprendere: verso la società conoscitiva);

  • Il rapporto della Commissione Internazionale dell’Unesco sulla educazione del XXI secolo;

  • L’accordo per il lavoro del settembre 1996;

  • La legge Bassanini e la legge Treu;

  • La conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle provincie autonome (Istruzione scolastica, formazione professionale e lavoro).

Legami con il territorio



È la continua collaborazione con i professionisti, gli studi tecnici e le imprese, con le istituzioni e l’utenza tramite un lavoro di definizione delle condizioni di accesso alla professione che ha portato i suoi frutti nello sviluppo delle principali fasi progettuali: analisi dei fabbisogni professionali, definizione e differenziazione degli obiettivi formativi, definizione e condivisione delle metriche di valutazione del processo formativo.

Tale operato ci ha permesso di ottimizzare in un ottica alla "transazione del sapere" la definizione ottimale degli abbinamenti allievo/azienda, valorizzando la centralità della persona, le caratteristiche dell’individuo in relazione alle singole realtà aziendali, in prospettiva di un flessibile e soddisfacente inserimento occupazionale.

Accreditamento


Come disciplinato dal Regolamento per l’accreditamento delle sedi formative in applicazione della legge 196/97 e dall’accordo Stato regioni del 18/02/2000, presso il nostro Centro è stato avviata un’analisi delle implicazioni operative delle principali funzioni aziendali ai fini di giungere all’Accreditamento da parte dell’Ente Regionale.

L’Accreditamento da parte dell’Ente Regionale ci è stato concesso in data 22 aprile 2003, con DPR 855/FP.


Risorse correlate al singolo progetto


DOCUMENTAZIONE

Il CFP vanta una documentazione didattica originale, curata e sperimentata. Nello specifico si è voluto realizzare strumenti didattici che risultassero comprensibili anche nella fase post formazione. Sviluppando l’architettura modulare e l’iconografia, si è realizzato uno strumento adeguato che esaurisse in sé un percorso formativo autodidattico.

A tal proposito si vuol far notare che nel caso della release 13 di Autocad, il CFP Bearzi ha progettato ed elaborato il materiale training che è stato successivamente distribuito a tutti gli ATC Authorized Training Center italiani su licenza Autodesk.

FORMAZIONE: EFFICACE O INEFFICACE?

La formazione diventa inefficace quando viene erogata senza tenere conto delle capacità personali nell’approccio all’attività didattica. Le attività formative ad alto contenuto tecnologico, ad esempio, necessitano di tempi di metabolizzazione delle conoscenze certamente non brevi.
La formazione diventa inefficace quando viene erogata tenendo conto della quantità piuttosto che la qualità di contenuti o informazioni.

La formazione diventa inefficace quando viene erogata senza tenere conto delle modalità di erogazione. Non poter fare esperienza diretta sugli strumenti, ad esempio quelli informatici, riduce o meglio disperde la possibilità di assimilare quanto erogato.

Dunque per una formazione efficace crediamo che sia necessaria una formazione personalizzata. Ogni persona infatti deve poter lavorare, apprendere in maniera indipendente dal rapporto con il collega della workstation accanto con cui semmai c'è un rapporto collaborativo. Deve cioè poter contare su una disponibilità degli strumenti informatici completa, non divisibile per il numero di utenti che contemporaneamente fanno esperienza sulla stessa workstation con tempi e personalizzazioni dell’apprendimento diversi.

Tale filosofia si riflette su tutte le strategie che il CFP promuove, a partire dai suoi laboratori che rispettano un rapporto 1 a 1 ossia una persona per PC. Forti dei risultati ottenuti, sosteniamo con convinzione tale modalità formativa poiché riteniamo che essa aumenti la possibilità di diventare protagonisti della propria formazione.

DOCENTI ESPERTI PROVENIENTI DAL MONDO DELLA PRODUZIONE

I docenti coinvolti saranno prevalentemente personale qualificato ed esperto proveniente dal mondo della produzione (oltre il 50%), imprenditori, tecnici, professionisti ed esperti aziendali. Costituirà un rilevante apporto al potenziamento della qualità del servizio il coinvolgimento di rappresentanti delle aziende, Enti territoriali e Associazioni di categoria permettendo un primo incontro diretto con le imprese del territorio regionale.

Nell’intento di migliorare la qualità della formazione che viene erogata dal nostro centro si è voluto coinvolgere nelle attività di ricerca e sviluppo propedeutiche alle fasi di progettazione anche partner di un certo rilievo che sostenessero con la loro partecipazione la maturazione di un know-how capace di generare nuove catene di valore.


Sistema di certificazione delle competenze

Il CFP CNOS-FAP Bearzi da oltre cinque anni si è orientato a fornire sul territorio la possibilità agli utenti di certificare le proprie competenze. In questo lasso di tempo si sono aggiunte certificazioni che al momento attuale comprendono:

  • ECDL "European Computer Driving Licence"

  • ECDL Advanced

  • Autodesk

  • VUE

  • Rina

  • Metodo Feuerstein-Bearzi


L'esperienza maturata fino ad oggi


Il CFP CNOS-FAP Bearzi ha avuto modo di presentare, realizzare e completare fino ad oggi diversi progetti di formazione, all’interno di ambiti distinti tra di loro ma tutti caratterizzati da forti movimenti innovativi rispetto ad assi di sviluppo quali quelli legati alle tecnologie ed alle metodologie di lavoro.

Nonostante le diversità delle attività realizzate, il CFP si caratterizza per una forte propensione nella formazione legata alla Meccanica, all’Elettronica, all’Automazione ed infine - in particolare - nell’INFORMATICA, ambito nella quale ha raggiunto le certificazioni necessarie per costituirsi come centro capace di certificare le competenze erogate all’interno dei corsi che realizza (si vedano i paragrafi sulla certificazione delle competenze).

Realizzando tutti questi corsi abbiamo avuto modo di erogare 17.791 ore di formazione specifica nel settore informatico, concretizzandole in un totale di 117 corsi a diversi livelli, da quelli legati all’informatica di base, settore nel quale si propone questa specifica proposta progettuale a quelli che invece possiedono prerequisiti decisamente più corposi e che portano allo sviluppo di competenze sicuramente più complesse ed articolate come i corsi legati al CAD, all’amministrazione di server, siano essi basati su sistemi Linux o Microsoft, come anche i corsi legati alle reti informatiche.

Gli elementi su cui si vuole porre particolare attenzione - aldilà del numero dei corsi erogati sono quelli legati al raggiungimento dei risultati ed il livello di soddisfazione dei clienti diretti: gli allievi, ed indiretti (multistakeholders): aziende, familiari, associazioni di categoria, organizzazioni pubbliche.

Dalle analisi che sono state condotte tramite la somministrazione di:

  • questionari di valutazione formativa iniziale, in itinere, ed finale (come previsto da ogni singola proposta progettuale presentata);

  • questionari/colloqui di follow-up a 3 e 6 mesi dalla fine dei corsi FSE;

  • questionari di gradimento sull’attività formativa erogata (qualità docente, qualità strutture, qualità organizzazione).

Dai risultati di tali questionari, (l’analisi si basa sull’ultimo quinquennio di attività del centro e terminerà nel settembre 2002, in corrispondenza dell’accreditamento dei centri di formazione) è emerso che nel 88% dei casi sono stati raggiunti pienamente gli obiettivi formativi (100%), il restante 10% ha raggiunto mediamente il 78% degli obiettivi, ed infine il 2% ha assestato la propria formazione sul raggiungimento del 69% degli obiettivi.

Dall’analisi realizzata tramite i questionari/colloqui di follow-up, relativamente alle attività FSE condotte dal nostro Centro, è emerso che gli obiettivi/risultati formativi e di sistema che le proposte progettuali presentate sulle figure professionali legate alle nuove tecnologie nell’informatica avevano previsto, sono stati raggiunti mediamente nel 68% dei casi, e ciò significa anche  che gli allievi che hanno frequentato il corso hanno trovato impiego nel 68% dei casi nello specifico settore nel quale hanno frequentato il corso.

Il restante 32% si è presentato suddiviso in due percentuali: 18% e 14%; la prima rappresenta la percentuale di chi ha trovato impiego in settori diversi da quello per il quale ha frequentato un percorso formativo (DERIVA OCCUPAZIONALE); il 14% invece non ha trovato impiego o è impiegato saltuariamente.

Infine l’ultimo livello di analisi che qui si presenta è quello della "customer satisfaction", e da questa è emerso che rispetto al servizio erogato, nelle sue varie componenti, si è raggiunto il 95% della soddisfazione dei nostri "clienti".

Nell’intento di migliorare la qualità della formazione che viene erogata dal nostro centro si è voluto coinvolgere nelle attività di ricerca e sviluppo propedeutiche alle fasi di progettazione  anche partner di un certo rilievo che sostenessero con la loro partecipazione la maturazione di un know-how capace di generare nuove catene di valore.

Tali partner sono stati:

SCUOLA SUPERIORE INTERNAZIONALE DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
La collaborazione con tale organizzazione ha consentito lo sviluppo di un nuovo know-how specifico nella gestione di proposte formative. In particolare ha previsto l’azione su temi inerenti la progettazione, ma anche azioni non formative di orientamento e di accompagnamento all’inserimento lavorativo e sociale.

ALSI
Il settore dell’Information Technology è in continua innovazione, prevede e necessita una continua ricerca per mantenere aggiornati gli standard tecnologici previsti dal mercato, così da poter intervenire sempre in modo produttivo e concorrenziale.

Dagli anni '70 ad oggi l’ALSI opera in tutti i settori informatici ed a tutti i livelli. Sono, dalla nascita dell'informatica in Italia, completamente autonomi dal punto di vista tecnico e professionale essendo stati i primi a conseguire i massimi titoli di studio universitario in informatica ed avendo una preparazione specialistica nell'ambito dell'analisi, progettazione ed implementazione di reti informatiche, sistemi informativi, software di ogni tipologia.

I nostri partner

  • bearzi
  • cnosfap
  • coord3
  • dapi
  • de lorenzo
  • dmg
  • editoriale delfino
  • effepi
  • emmebi
  • eni
  • fvg
  • prov-ud
  • sandvik
  • schneider
  • siemens
  • ud