“La guerra è nei volti dei profughi che accogliamo”